Share
News

Aggiornamento della guida alle detrazioni fiscali per Efficienza Energetica 2018

L'Agenzia delle Entrate ha aggiornato la Guida alle Detrazioni Fiscali per il risparmio energetico 2018. Si tratta di un aggiornamento che riporta tutte le novità introdotte dall'inizio dell'anno corrente ed in vigore fino al 31.12.18, in attesa che venga definito l'ecobonus per il 2019. 

Di cosa si tratta?

I contribuenti che eseguono interventi che aumentano il livello di efficienza energetica degli edifici esistenti possono detrarre una parte delle spese sostenute per i lavori dall’imposta sul reddito delle persone fisiche (Irpef) o dall’imposta sul reddito delle società (Ires)


A chi interessa?

L’agevolazione è rivolta a tutti i contribuenti, residenti e non residenti, che possiedono l’immobile oggetto di intervento. Oltre ai proprietari, tra gli altri possono fruire dell’agevolazione i titolari di un diritto reale sull’immobile; i condòmini (per gli interventi sulle parti comuni condominiali); gli inquilini; i comodatari. 
La detrazione va ripartita in 10 rate annuali di pari importo.


Quali vantaggi?


L’importo da portare in detrazione dalle imposte può variare dal 50% al 85% della spesa in base alle caratteristiche dell’intervento. Le spese ammesse in detrazione comprendono sia i costi per i lavori relativi all’intervento di risparmio energetico, sia quelli per le prestazioni professionali necessarie per realizzare l’intervento stesso e acquisire la certificazione energetica richiesta.

 

SCARICA QUI LA GUIDA AGGIORNATA