News

Super Ecobonus 110% - un primo bilancio di ENEA

ENEA ha reso noto un primo bilancio statistico relativo all'andamento del più recente degli incentivi introdotti, il Super Ecobonus 110%.

La situazione che emerge dai dati, aggiornati al 30 marzo, mostra una panoramica completa sulla tipologia di interventi, la loro distribuzione geografica sul territorio nazionale, ma anche elementi più specifici legati alla tipologia di soggetti richiedenti e alle caratteristiche catastali degli edifici interessati.

Tipologie di interventi

Interventi trainanti

I dati forniti da ENEA in questa prima fase di applicazione del Super Ecobonus 110% mostrano una prevalenza di interventi trainanti realizzati sugli impianti di riscaldamento, con oltre 7.000 pratiche. Gli interventi riguardanti invece l'involucro esterno degli edifici, il cosiddetto cappotto, rappresentano la seconda tipologia di intervento trainante più diffusa, con più di 5.000 richieste.

Interventi trainati

Gli interventi trainati per i quali è stata presentata richiesta di agevolazione sono quasi 17.000 su singole unità immobiliari. La maggioranza di questi è relativo a pareti verticali, coperture, pavimenti e infissi, con oltre 8.000 interventi. A seguire, i lavori per gli impianti fotovoltaici e quelli relativi ai sistemi di accumulo.

Gli impianti di riscaldamento si collocano a poca distanza dei numeri più elevati, con oltre 3.000 richieste tra caldaie a condensazione, pompe di calore e sistemi ibridi. Il solare termico ha finora registrato circa 1.500 richieste.

Tipologie di edifici interessati

Le statistiche mostrano che la maggior parte degli interventi finora registrati riguardano edifici unifamiliari, con oltre 5.000 domande, seguiti dai lavori presso unità immobiliari indipendenti e sugli edifici condominiali, nettamente inferiori.

Riguardo alle categorie catastali, si registra una maggioranza di interventi in edifici classificati come A/2 (abitazioni di tipo civile), seguiti da quelli in categoria A/3 (abitazioni di tipo economico) e al terzo posto quelli rientrati in A/7 (abitazioni in villini).

Distribuzione geografica delle pratiche

Secondo i dati resi noti da ENEA, il Veneto è la regione italiana con il numero più elevato di richieste per il Super Ecobonus 110%, con circa 1.200 pratiche. La Lombardia si distanzia di poco al secondo posto, mentre la terza regione per numero di richieste è l'Emilia Romagna.

Per le altre regioni, i numeri delle pratiche sono comunque nell'ordine di diverse centinaia, fino alle 11 della Valle d'Aosta, che registra la cifra più ridotta.

Soggetti beneficiari

La tipologia di soggetti beneficiari è rappresentata per la vastissima maggioranza delle richieste dalle persone fisiche, che con quasi 18.000 richieste, sono di molto superiori agli altri possibili beneficiari dell'incentivo.