Referenze

 

Guarda alcuni esempi di applicazioni dei nostri sistemi a risparmio energetico

Share

Una nuova centrale termica presso RSA “Francesco e Chiara”

Luogo dell'installazione
Pavullo nel Frignano (MO)
Progettista

Emanuele Chiodi

Quando un tragico avvenimento si può trasformare in una opportunità. Così si può inquadrare l’accaduto dello scorso anno alla Casa soggiorno “Francesco e Chiara” di Pavullo nel Frignano, in provincia di Modena.

La terribile alluvione che nel mese di maggio 2023 si è abbattuta sull’Emilia-Romagna ha portato con sé danni incalcolabili a cose e persone.

Il Frignano è stata una delle zone duramente colpite, e qui si trova la Casa soggiorno “Francesco e Chiara”, residenza per anziani gestita dalla cooperativa sociale “Domus Assistenza”. Ospita 74 anziani, è dotata di 17 appartamenti protetti e di un centro diurno per anziani.

Nel maggio 2023 a seguito della bomba d’acqua che si è abbattuta sulla zona, la centrale termica della RSA è stata completamente invasa dall’acqua: la situazione si è rivelata sin da subito critica, data la necessità costante di riscaldamento e di acqua sanitaria che richiede la struttura.

Come spiegato dal presidente della cooperativa Guido Gilli, ci si è posti da subito il problema di come ripristinare la centrale, valutando sia la possibilità di riparazione che la sostituzione con un nuovo impianto.

Con il tempestivo intervento del partner Termoidraulica di Bazzani e Chiodi, si è optato per l’installazione di una nuova centrale. È stato invece Emanuele Chiodi, progettista e termotecnico, ad essersi occupato degli studi di fattibilità, della diagnosi energetica e della valutazione delle modifiche da apportarsi, sia a livello di funzionalità che di risparmio energetico. In fase di progettazione sono emerse criticità legate a consumi elevati e mancanza di termoregolazioni, fattori presi in considerazione per realizzare la soluzione impiantistica più adatta.

Gli obiettivi primari sono stati quindi il ripristino del riscaldamento e della produzione di acqua calda sanitaria, di cui la struttura ha fabbisogni medio alti, oltre all’ installazione di pannelli solari termici con l’obiettivo di aumentare l’efficienza e ridurre i costi energetici.

Il nuovo impianto è composto da 4 caldaie a condensazione a gas - due ModuPower 115 e due Modula Plus 160 - e 8 pannelli solari Aqua Plasma, quattro 19/50 e quattro 19/34.

Il sistema completo è già in funzione da alcuni mesi e le prime valutazioni, da parte della committenza, sono estremamente positive.

“Nella giornata dell’alluvione – ha raccontato Loris Bazzani – Quando il fango ha sommerso le caldaie, ci siamo adoperati subito, immediatamente, e nel giro di 24 ore abbiamo ripristinato il funzionamento sanitario dell’RSA, in collaborazione con Paradigma che ci ha dato un supporto veramente eccezionale”.

 


Ultimo aggiornamento del sito: 23/04/2024 16:55